Nome

Calata della stella cometa

Oggetto

Tradizione locale

Luogo

Amalfi

Data/Periodo

24 dicembre

Descrizione

Tutto è pronto per la tradizionale calata della Stella cometa dal Monte Tabor che attira ogni anno migliaia di appassionati. La suggestione del Natale Amalfitano vive il suo clou ogni 24 dicembre, quando il cielo della città sarà illuminato a mezzanotte

Oltre cento bengala che si incendieranno a mezzanotte in punto. Appena suoneranno a distesa le campane per annunciare la nascita di Gesù Bambino. Uno spettacolo unico, la stella cometa che dal Monte Tabor raggiungerà la piazza Duomo, scorrendo su un cavo d’acciaio lungo circa cento metri e che attraversa l’intero centro abitato. Il bagliore dei bengala e i fuochi d’artificio saluteranno il Natale. Ma ad Amalfi, la vera suggestione è proprio nell’attesa del Natale. Infatti, a partire dalle prime ore della mattinata scenderanno in strada zampognari e il gruppo “Jingle Band” che dopo il consueto giro per le frazioni sarà per le strade del centro ad allietare il giorno di festa e accompagnare turisti e cittadini nello shopping natalizio. Analogo tour per le strade di Amalfi e per quelle delle frazioni di Pogerola, Vettica, Lone e Tovere, è in programma anche lunedì , mentre martedì 26 a partire dalle ore 11,00 è prevista la sfilata della Banda “Città di Minori” mentre alle 19,30 negli Arsenali della Repubblica il Gruppo Teatrale “Palcoscenico amalfitano” presenta “La fortuna con la effe maiuscola” di A.Curcio. Mercoledì 27 dicembre alle ore 17,00 presso la biblioteca comunale, il Forum dei Giovani presenta il progetto “Amalfi lungo il sentiero dei ricordi”e alle ore 20,20 presso la Sala Ibsen Nuovi Scenari presenta Ivan Fedele e Cristiano Di Maio in “Ultimo piano”. Tutto questo, in attesa degli eventi clou che sono programmati per capodanno quando Amalfi ospiterà migliaia di turisti e appassionati del Capodanno attratti dalle suggestioni e dal folclore che completano il programma natalizio realizzato dal Comune di Amalfi con il contributo dell’Azienda di Soggiorno e Turismo, guidata dal dottor Guido Agliata, della Provincia di Salerno e dalle Associazioni Albergatori e Commercianti della città, nonché di Ept, Regione Campania e Associazione Chiesa per l’Uomo. Intanto, Per mantenere viva la suggestione e l’attesa del Natale, l’assessorato al Turismo di Amalfi ha aperto gli Arsenali all’arte presepiale esponendo pezzi da collezione che, “Sulla scia della Cometa…” – è questo il titolo dell’iniziativa - resteranno in mostra fino al 6 gennaio. L’iniziativa, che fa seguito al progetto denominato “il Presepe nelle scuole” realizzato dall’Assessorato alle Politiche Giovanili e Sociali, intende riavvicinare i giovani all’antica tradizione del fabbricar presepi sin dai primi giorni di dicembre quando si tappezzavano i muri di carta ruvida e spugnosa proveniente dalle cartiere amalfitane e si raccoglievano ciuffi di erba tra i sentieri della Valle delle Ferriere. La mostra allestita presso gli Antichi Arsenali, è stata realizzata con il contributo dei maestri presepiali di Torre del Greco, dove, dai primi decenni del Novecento, si è incrementata la produzione artigianale di pastori e presepi d’arte trasformando quella che era originariamente una tradizione familiare in attività di grande valore artistico. Accanto all’artigiano dell’elemento scenografico sono nate col tempo delle specializzazioni nell’arte presepiale vera e propria come ad esempio i costruttori di figure dediti alla realizzazione di abiti per i pastori, frutta, e miniature strumentali. Partendo, così, dall’esperienza torrese, che esporrà ad Amalfi fino al 6 gennaio prossimo (i maestri di Torre del Greco vantano esposizioni a Stoccarda, Cracovia, Berlino, Santo Domingo e persino in Vaticano e nelle Torri Gemelle prima dell’attentato del 2001) Amalfi intende restituire alla città l’arte di un’antica tradizione nel tentativo di trasformarla in vera e propria attività commerciale.

Info Line

Comune di Amalfi tel. 089 8736201 – 089 8736211 - fax 089 871646 - www.comune.amalfi.sa.it